Relatore Anno pubblicazione Tematica
RACCOLTE 231 MODELLI ORGANIZZATIVI Visualizza ingrandito

MODELLI ORGANIZZATIVI

RAC-231-MOG

AREA TEMATICA: MODELLI ORGANIZZATIVI

Questa Raccolta 231 contiene gli articoli riguardanti i Modelli Organizzativi, redatti dai più autorevoli esperti, pubblicati sulla Rivista tra il 2006 e il 2017.

Maggiori dettagli

30,00 € iva escl.

Dettagli e caratteristiche

Tematica Modelli Organizzativi
Formato Documento Digitale: PDF

Sintesi dei Contenuti

 

AUTORE

TITOLO

RIVISTA

1

Alessia Nicotera

Modelli organizzativi e gestionali: l’esperienza di ASSTRA

1-2006

2

Angelo Carmona

La responsabilità “amministrativa” degli enti: reati presupposto e modelli organizzativi

1-2006

3

Francesco Nigri

Business Case: SEAT Pagine Gialle S.p.A. – D.Lgs. n. 231/2001 ed il Modello SEAT di organizzazione, gestione e controllo

1-2006

4

Francesco Spano

I parametri di progettazione organizzativa

1-2006

5

Giulio Buratti

Decreto Legislativo 231/01 e Organismo di Vigilanza: le principali problematiche. Il caso FINTECNA

1-2006

6

Paolo Ielo

Compliance programs: natura e funzione nel sistema della responsabilità degli enti

1-2006

7

Antonio Serafini

Riflessioni sull’applicazione del d.lgs. 231/2001 alle società pubbliche. Il caso di ENAV S.p.A.

2-2006

8

Domenico Andreis e Achille Tonani

Il processo di audit e l’adattamento delle tecniche a quanto previsto dal d.lgs. 231/2001

2-2006

9

Fabrizio Colonna e Tommaso E. Romolotti

Il recepimento della direttiva Market abuse e l’adeguamento dei modelli organizzativi per la prevenzione dei reati

2-2006

10

Michele Tazzer

Il modello di organizzazione ex d.lgs. 231/2001. L’esperienza della Società Reale Mutua di Assicurazioni

2-2006

11

Roberta Scotti

Documento-guida di ASSOSIM ai sensi dell’art. 6 del d.lgs. 8 giugno 2001, n. 231

2-2006

12

Alessandro De Nicola e Carlo Mambretti

La responsabilità amministrativa dell’impresa. Linee Guida elaborate da Assobiomedica

3-2006

13

Carlo Enrico Paliero e Carlo Piergallini

La colpa di organizzazione

3-2006

14

Domenico Andreis, Achille Tonani e Erika Nida

L’affidamento in outsourcing delle attività di auditing

3-2006

15

Martina Bonanni e Michele Geroldi

Il Modello H3G di organizzazione, gestione e controllo

3-2006

16

Matteo Cimenti

Il “sistema 231” in una multinazionale: il caso Roche Diagnostics S.p.A.

3-2006

17

Michele Pansarella

Le procedure organizzative

3-2006

18

Carolyn Dittmeier

Il Modello Organizzativo e Gestionale di Poste Italiane

4-2006

19

Michele Pansarella

I limiti del CRSA nella mappatura dei reati

4-2006

20

Ugo Lecis

L’Organismo di Vigilanza e l’aggiornamento del Modello Organizzativo

4-2006

21

Chiara Mancini

Responsabilità amministrativa degli enti: l’esperienza dell’Associazione Bancaria Italiana

1-2007

22

Emanuela Chiti e Michele Mariella

Il Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo del Gruppo Lottomatica

1-2007

23

Lucio Insinga

Corporate Governance e d.lgs. 231/2001. L’interazione dei sistemi di controllo nell’esperienza di CHL S.p.A.

1-2007

24

Pietro Previtali

Il reato di frode informatica ai sensi del d.lgs. 231/2001: standard di controllo e procedure per la compliance del Modello Organizzativo

1-2007

25

Andrea Scafidi e Silva Annovazzi

Il ruolo del collegio sindacale nell’ambito dei Modelli Organizzativi ex d.lgs. 231/2001 ed i suoi rapporti con l’Organismo di Vigilanza e Controllo (parte 1)

2-2007

26

Gaetano Aita

La rilevanza dell’organizzazione nella responsabilità amministrativa d’impresa

2-2007

27

Marta Chiara Malacarne

Il concetto di adeguatezza dei sistemi di controllo interno ex d.lgs. 231/2001 alla luce delle prime applicazioni giurisprudenziali

2-2007

28

Maurizio Meschiari

Il Modello Organizzativo e Gestionale di Grünenthal Formenti

2-2007

29

Toni Atrigna e Nicola Morelli Stefani

Adempimenti antiriciclaggio per le Società di Gestione del Risparmio: obblighi e rischi alla luce dei recenti, e dei prossimi, cambiamenti normativi. Impatto sul Modello Organizzativo ai sensi del d.lgs. 231/2001 (parte 1)

2-2007

30

Vittorio Gennaro

Gli attributi dei protocolli di controllo e il compliance audit: il concetto di verificabilità del funzionamento e dell’osservanza del Modello

2-2007

31

Andrea Scafidi e Silva Annovazzi

Il ruolo del collegio sindacale nell’ambito dei Modelli Organizzativi ex d.lgs. 231/2001 ed i suoi rapporti con l’Organismo di Vigilanza e Controllo (parte 2)

3-2007

32

Ascensionato Raffaello Carnà

I Modelli Organizzativi nella prospettiva economico-aziendale

3-2007

33

Giulio Garuti

Profili giuridici del concetto di “adeguatezza” dei Modelli Organizzativi

3-2007

34

Giuseppe Bersani

Modelli Organizzativi 231/2001 e procedure fallimentari

3-2007

35

Michele Pansarella

La legge 262/2005 e il d.lgs. 231/2001: punti di contatto ed esigenze di coordinamento

3-2007

36

Toni Atrigna e Nicola Morelli Stefani

Adempimenti antiriciclaggio per le Società di Gestione del Risparmio: obblighi e rischi alla luce dei recenti, e dei prossimi, cambiamenti normativi. Impatto sul Modello Organizzativo ai sensi del d.lgs. 231/2001 (parte 2)

3-2007

37

Fabio Ledda e Patrizia Ghini

Modelli Organizzativi ex d.lgs. 231/2001: dalla teoria alla pratica applicazione

4-2007

38

Marco Cardia

I Modelli Organizzativi e la nozione di profitto del reato: le considerazioni del G.I.P. di Napoli

4-2007

39

Vittorio Gennaro

Il Modello di Organizzazione, gestione e controllo e le esigenze di compliance integrata

4-2007

40

Fabio Ledda e Patrizia Ghini

Organismo di Vigilanza: nomina e aspetti teorici e pratici

1-2008

41

Flaviano Bruno

Il Modello Organizzativo di Consip SpA

1-2008

42

Marina Nuccio

La colpa di organizzazione alla luce delle innovazioni legislative apportate dalla legge 123/2007

1-2008

43

Paolo Di Geronimo

I Modelli di Organizzazione e Gestione per gli enti di piccole dimensioni

1-2008

44

Giacomo Cardani

E se l'Organo di Vigilanza e Controllo fosse una persona giuridica ?

2-2008

45

Maurizio Arena

Idoneità del Modello e frode del soggetto apicale

2-2008

46

Paolo Bastia

Criteri di progettazione dei Modelli Organizzativi

2-2008

47

Achille Tonani e Paolo Teramo

Le modalità di attuazione ed i problemi di coordinamento di un Modello Organizzativo nell'ambito della salute e della sicurezza sul lavoro

3-2008

48

Ascensionato Raffaello Carnà

Il Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo nella gestione dei conflitti d'interesse delle aziende multinazionali

3-2008

49

Fabio Ledda e Patrizia Ghini

Gestione del rischio di violazioni attinenti la normativa di salute e sicurezza sul lavoro, anche alla luce delle recenti Linee Guida di Confindustria

3-2008

50

Giovanni Paolo Accinni

La confluenza dei processi in materia di operazioni tra parti correlate nel Modello Organizzativo

3-2008

51

Marco Alberto Quiroz Vitale

Discrezionalità deviante e Modelli Organizzativi. I Modelli Organizzativi previsti dal d.lgs. 231/2001 in prospettiva socio-giuridica

3-2008

52

Sandro Bartolomucci

La metamorfosi normativa del modello penal preventivo in obbligatorio e prevalidato: dalle prescrizioni regolamentari per gli emittenti S.T.A.R. al recente art. 30 TU sicurezza sul lavoro

3-2008

53

Vittorio Gennaro

La documentazione delle attività di pianificazione e di esecuzione delle verifiche da parte dell'Organismo di Vigilanza

3-2008

54

Alberto Andreani

L'obbligo giuridico di una sicurezza sistemica

4-2008

55

Anna Chiusano e Lorenzo Vitali

Regime di applicazione agli enti delle sanzioni ex d.lgs. 231/2001 per reati commessi all'estero: brevi note per rispondere alle domande più comuni e ricadute sul piano della predisposizione dei Modelli Organizzativi

4-2008

56

Antonio Salvatore

Il "Codice Etico": rapporti con il Modello Organizzativo nell'ottica della responsabilità sociale dell'impresa

4-2008

57

Vittorio Masìa

Modelli di Organizzazione antinfortunistici e posizioni di garanzia, tra vecchio e nuovo

4-2008

58

Francesco Vignoli

Il giudizio di idoneità del Modello Organizzativo ex d. lgs 231 / 2001: criteri di accertamento e garanzie

1-2009

59

Lucio Insinga

La nomina e il funzionamento dell’Organismo di Vigilanza, autonomia dell’ente fra vincoli e opportunità

1-2009

60

Marcello Malavasi

Il Market Abuse: illeciti e procedure finalizzate alla loro prevenzione nel Modello Organizzativo ex d.lgs. 231/2001

1-2009

61

Alessandra Rossi e Francesco Gerino

Art. 25-septies d.lgs 231/2001, art. 30 d.lgs. 81/2008 e Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo: ambiti applicativi e rapporti

2-2009

62

Alessandro Mazzeranghi

Peculiarità pratiche nella predisposizione e attuazione dei Modelli Organizzativi per la sicurezza sul lavoro

2-2009

63

Lorenzo Vitali

Modelli Organizzativi e Sicurezza sul Lavoro: proposte pratiche per la redazione di compliance programs orientati alla prevenzione dei reati ex art. 25-septies d.lgs. 231/2001

2-2009

64

Tommaso E. Romolotti

Modello Organizzativo e Corporate Social Responsibility: la via etica alla 231

2-2009

65

Vittorio Gennaro

Il controllo di qualità delle attività di vigilanza sul funzionamento e l’osservanza del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo

2-2009

66

Gianfranco Dioguardi

Ripensando al d.lgs. 231/2001: strategie per un'organizzazione

3-2009

67

Giuseppe Dezzani e Lorenzo Dell'Agnola

L'implementazione del modello organizzativo, gestionale e di controllo negli enti collettivi a seguito dell'inserimento dei reati informatici fra i reati presupposto ex d.lgs. 231/2001 operato dalla legge 48/2008

3-2009

68

Marcello Malavasi

La struttura del sistema disciplinare nel modello organizzativo ex d.lgs. 231/2001

3-2009

69

Nicola Costantino e Marco Falagario

La redazione del modello organizzativo adempimenti formali e sostanziali

3-2009

70

Alessandro Mazzeranghi

Modelli Organizzativi in materia di sicurezza sul lavoro: come interpretare in modo organico le disposizioni legislative

4-2009

71

Eugenio Fusco

Modello Organizzativo e reati di frode agli interessi finanziari dell’Unione Europea

4-2009

72

Marcello Malavasi

La segregazione dei ruoli e dei poteri quale strumento di Corporate Governance cui tendere nell’ambito del Modello Organizzativo ex d.lgs. 231/2001

4-2009

73

Tommaso E. Romolotti

Modello Organizzativo e sistemi di gestione per la sicurezza: alla ricerca di un coordinamento

4-2009

74

Antonio Salvatore

La delega di funzioni: significato e valenza del Modello Organizzativo alla luce del testo novellato dell’art. 16, comma 3, d.lgs. 81/2008

1-2010

75

Marcello Malavasi

La regolamentazione dei flussi informativi nel Modello Organizzativo ex d.lgs. 231/2001

1-2010

76

Marco Calleri

Spunti penalistici per l’indagine e l’accertamento avanti l’Organismo di Vigilanza

1-2010

77

Maurizio Bortolotto e Alberto De Sanctis

Modello Organizzativo e piccole imprese: quale realtà ?

2-2010

78

Sandro Bartolomucci

Sulla configurabilità del (fantomatico) Modello Organizzativo ex d.lgs. 231/2001 dedicato alla P.M.I.

2-2010

79

Sergio Beltrani

Modelli Organizzativi e Gestionali e criteri di imputazione della responsabilità dell’ente (commento a Cass. Pen., Sez. VI, n. 36083/09)

2-2010

80

Stefano Ravasio

Idoneità della mappatura dei processi aziendali. Onere probatorio nel giudizio di efficace attuazione del Modello ex d.lgs. 231/2001 e difesa preventiva

2-2010

81

Ugo Lecis

La delega di funzioni e l’obbligo di vigilanza del datore di lavoro. Il ruolo del Modello Organizzativo a norma del d.lgs. 231/2001

2-2010

82

Vittore D'Acquarone

Rischio reato, investimento in prevenzione, dimensionamento del modello esimente

2-2010

83

Vittorio Gennaro, Claudia Grilli e Nicola Piras

Metodologie di valutazione del rischio reato a confronto: profili giuridici ed economico-aziendali

2-2010

84

Achille Tonani

Decreto legislativo 231/2001: evoluzione ed ampliamento dei Modelli di Organizzazione, Gestione e Controllo

3-2010

85

Alessandro Mazzeranghi e Alberto Gandini

Implementazione di Modelli Organizzativi ex d.lgs. 231/2001 in organizzazioni mediamente complesse: i contenuti e la strutturazione della documentazione che definisce il modello

3-2010

86

Fabio Bianchi

Il Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo nelle società nel settore finanziario

3-2010

87

Maddalena Rabitti

Modelli organizzativi e responsabilità degli enti: l’incerta figura dell’Organismo di Vigilanza

3-2010

88

Michele Pansarella

Associazione per delinquere: spunti di riflessione ai fini dell’aggiornamento della “mappatura” delle aree a rischio

3-2010

89

Patrizia Ghini

La riforma del controllo contabile e il passaggio alla “revisione legale dei conti”. Analisi delle novità e note sull’impatto in termini di sistema di controllo interno e sistema 231

3-2010

90

Fabio Bianchi

La funzione compliance e il Modello 231

4-2010

91

Maria Antonella Pasculli

Responsabilità sociale versus responsabilità penale dell’impresa: studio sui Modelli di Organizzazione, Gestione e Controllo quali strumenti di legalità preventiva e/o di strategia etico-integrata in ordine alle fattispecie negate e realizzate dal d.lgs. 231/01 e successive modificazioni

4-2010

92

Patrizia Ghini

L’utilizzo di un sistema di whistleblowing quale ausilio nella prevenzione delle frodi e dei reati

4-2010

93

Tomaso Emilio Epidendio

Il modello organizzativo 231 con efficacia esimente

4-2010

94

Gaetano Aita, Sonia Boccuni e Valentina Stilla

Le best practice dei protocolli di cui all'art. 6, comma 2 b, d.lgs. 231/2001

1-2011

95

Giovanna Corrias Lucente

Le caratteristiche del Modello Organizzativo esimente

1-2011

96

Giovanni Tartaglia Polcini

La responsabilità delle banche ex d.lgs. 231/2001 per il delitto di riciclaggio: l'obbligo di formazione professionale e i connessi moduli organizzativi

1-2011

97

Maurizio Bortolotto

D.lgs. 231/2001: quale ruolo per i Modelli Organizzativi certificati?

1-2011

98

Patrizia Ghini

OdV: obbligo di riservatezza e di tutela dei dati personali, segreto aziendale/professionale

1-2011

99

Fabio Bianchi

Come viene valutata nelle operazioni societarie M&A la presenza del Modello 231

2-2011

100

Fabio Ledda

Efficacia dei Modelli Organizzativi ex d.lgs. 231/2001: tone from the top

2-2011

101

Fabrizio D'Arcangelo

I canoni di accertamento della idoneità del Modello Organizzativo nella giurisprudenza

2-2011

102

Francesco Ardito e Giuseppe Catalano

Reati degli apicali e reati dei sottoposti: come cambiano i modelli 231

2-2011

103

Patrizia Ghini

231 e normativa per la tutela del diritto d'autore su Internet

2-2011

104

Sandro Bartolomucci

Lo strumento della certificazione e il d.lgs. 231/2001: polisemia ed interessi sottesi nelle diverse prescrizioni normative

2-2011

105

Fabrizio Romolotti

La gestione dinamica del rischio

3-2011

106

Gaetano Aita e Aureliano Aita

La best practice di Conad nel settore agroalimentare. I protocolli per l'accreditamento e il monitoraggio dei fornitori dei prodotti a marchio

3-2011

107

Lucio Insinga e Paolo Pisani

Il modello esimente per l'ente operante nel settore socio sanitario

3-2011

108

Patrizia Ghini

Gruppi, attività e rapporti infragruppo nel sistema 231

3-2011

109

Stefano Maria Bortone

Il riciclaggio e i suoi indici sintomatici: ricadute sui Modelli di Organizzazione e Gestione degli enti

3-2011

110

Vincenzo Mongillo

Il giudizio di idoneità del Modello di Organizzazione ex d.lgs. 231/2001: incertezza dei parametri di riferimento e prospettive di soluzione

3-2011

111

Alessio Scarcella

Responsabilità degli Enti e Modelli Organizzativi ambientali: il recepimento della direttiva 2008/99/CE

4-2011

112

Fabio Ledda

I protocolli dei Modelli Organizzativi

4-2011

113

Mario Ippolito

I compiti dell’Organismo di Vigilanza: soluzioni operative e check list di controllo

4-2011

114

Vittorio Gennaro

Metodologie di valutazione dell’adeguatezza e dell’efficacia dei protocolli di controllo e del rischio-reato residuo

4-2011

115

Fabio Ledda

Dai protocolli generali alle procedure operative

1-2012

116

Gianluca De Simone

Corporate Governance e d.lgs. 231/2001 in Far.com. SpA

1-2012

117

Giulio Buratti e Angela Scuderi

Il Modello Organizzativo di ANAS SpA, con particolare riferimento al contrasto alla corruzione

1-2012

118

Guido Chiametti

Collaborazione fra Sindaci e Organismo di Vigilanza

1-2012

119

Maurizio Bortolotto e Cesare Parodi

Modello organizzativo e reati ambientali: luci e ombre dopo la riforma nel rapporto con il Testo Unico sull'ambiente

1-2012

120

Michele Pansarella

Reati ambientali: il set dei controlli a presidio

1-2012

121

Patrizia Ghini e Luigi Fruscione

L'importanza del sistema documentale quale prova della "sufficiente" vigilanza

1-2012

122

Alessandro Mazzeranghi, Riccardo Mariani e Federica Coucourde

Un'architettura di Modello Organizzativo compatibile con l'organizzazione delle PMI nazionali

2-2012

123

Andrea Guerrerio

La valutazione giudiziale dell'efficacia esimente dei Modelli Organizzativi: criteri e problematicità legate ai reati a struttura colposa

2-2012

124

Mario Ippolito

Il Modello Organizzativo ex d.lgs. 231/2001 e la Sarbanes-Oxley statunitense

2-2012

125

Maurizio Monterisi e Giampiero Belfiore

La responsabilità degli organi sociali nell'adozione del Modello Organizzativo alla luce della più recente giurisprudenza e delle indicazioni emerse nella prassi

2-2012

126

Patrizia Ghini e Lorenza Guglielmi

Modello 231 e transfer pricing: quali link?

2-2012

127

Andrea Milani e Michele Bonsegna

I reati in materia di diritto d'autore e il Modello Organizzativo 231: configurabilità e prevenzione

3-2012

128

Arianna Agnese

Il Modello Organizzativo per i reati ambientali

3-2012

129

Patrizia Ghini e Luigi Fruscione

Reati e specificità dei protocolli: una rispondenza sempre possibile?

3-2012

130

Enrico Pintucci

Come realizzare sistema e manuale del Modello 231 integrati con gli altri sistemi di gestione

4-2012

131

Gaetano Aita, Sonia Boccuni e Valentina Stilla

Una proposta di legittimo affidamento in materia ambientale. Il paradigma delle discariche di rifiuti pericolosi soggette ad AIA

4-2012

132

Luca Cordovana

L'elusione fraudolenta del sistema aziendale di gestione della sicurezza sul lavoro

4-2012

133

Patrizia Ghini e Luigi Fruscione

I controlli dell'Organismo di Vigilanza tra protocolli e specializzazione professionale

4-2012

134

Sandro Bartolomucci

L'adeguatezza del Modello nel disposto del d.lgs. 231 e nell'apprezzamento giudiziale. Riflessioni sulla sentenza d'appello "Impregilo"

4-2012

135

Tommaso Guerini

Il ruolo del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo nella prevenzione del rischio da reato colposo

4-2012

136

Ascensionato Raffaello Carnà

La globalizzazione dei rischi di compliance. L'implementazione dei Modelli di organizzazione, gestione e controllo cross-border

1-2013

137

Enrico Pintucci

Modello 231 come strumento di risk management per le PMI

1-2013

138

Gianluca De Simone

Il Modello 231 nel settore alberghiero

1-2013

139

Michele Bonsegna

Reati ambientali e Modello organizzativo ex d.lgs. 231/2001: il doveroso rapporto dialettico con la Magistratura nella fase delle indagini

1-2013

140

Roberto Iacometti e Alessandro Mazzeranghi

La capacità esimente del Modello in caso di infortunio o malattia professionale

1-2013

141

Enrico Pintucci

Le Linee guida per lo sviluppo di un protocollo di gestione del Modello 231 integrato con altri sistemi

2-2013

142

Fabrizio D'Arcangelo

L'aggiornamento del Modello organizzativo tra modifiche normative e affinamento delle best practices

2-2013

143

Antonio Carino

I processi di adeguamento dei Modelli organizzativi 231 all'U.S. FCPA

3-2013

144

Maria Antonella Pasculli e Salvatore Ruberti

Il Modello organizzativo come strumento di (de)responsabilizzazione dell'ente tra pratica e teoria

3-2013

145

Mario Ippolito

Corruzione tra privati: aggiornamento dei Modelli organizzativi, tra attività sensibili e protocolli di controllo specifici

3-2013

146

Ranieri Razzante

Il contrasto dell'autoriciclaggio e i Modelli organizzativi 231

3-2013

147

Fausto Giunta

I Modelli di organizzazione e gestione nel settore antinfortunistico

4-2013

148

Giuseppe Tondi

Enti pubblici economici, enti strumentali di istituzioni territoriali, società partecipate dalle pubbliche amministrazioni: obbligatorio il MOGC 231

4-2013

149

Vittorio Gennaro e Camilla Calzone

Il ruolo del Delegato del Datore di Lavoro e del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione nei modelli di organizzazione, gestione e controllo

4-2013

150

Alessandro Baudino, Silvia Cornaglia, Paolo Vernero e Benedetta Parena

Modelli di organizzazione e responsabilità sociale dell'impresa: il rating di legalità tra realtà, buoni propositi e utopia

1-2014

151

Maurizio Arena

Piani di prevenzione della corruzione e Modelli organizzativi 231 nelle società a partecipazione pubblica

1-2014

152

Enrico Pintucci

La nuova ISO 9001 favorisce l'integrazione con il modello 231

2-2014

153

Giovanni Tartaglia Polcini

Normativa 231 e riciclaggio. Obblighi e modelli. Prima parte

2-2014

154

Ranieri Razzante

Il contrasto dell'autoriciclaggio e i modelli organizzativi

2-2014

155

Stefano Ravasio

Metodi per misurare l'efficace attuazione del modello organizzativo: valutazione del rischio in fase di adeguamento e pesatura del rischio residuo in fase di attuazione del modello

2-2014

156

Fabio Ledda

Idoneità dei modelli organizzativi: dalla teoria alla pratica e viceversa

3-2014

157

Mario Ippolito

Società a partecipazione pubblica tra Piano per la prevenzione della corruzione ex l. 190/2012 e Modello organizzativo ex d.lgs. 231/2001: possibili soluzioni operative

3-2014

158

Patrizia Ghini e Luigi Fruscione

Cambiare l'impresa attraverso il "percorso 231": il miglioramento organizzativo con il Modello di organizzazione, gestione e controllo

3-2014

159

Tommaso Guerini

L'efficacia esimente del Modello organizzativo tra realtà e utopia

3-2014

160

Carlo Fiorio e Giuseppe Magliocca

Reati presupposto della filiera olearia e modello organizzativo di Costa d'Oro S.p.A.

4-2014

161

Ciro Santoriello

I Modelli organizzativi richiesti dal d.lgs. 231/2001 e PMI. Una riflessione alla luce delle indicazioni di Confindustria

1-2015

162

Fabio Ledda

Caso Thyssenkrupp. Cassazione settembre 2014. Composizione dell'OdV e idoneita'; dei Modelli organizzativi. Spunti di riflessione

1-2015

163

Fabrizio D'Arcangelo

Il sindacato giudiziale sulla idoneità dei Modelli organizzativi nella giurisprudenza più recente

1-2015

164

Michele Pansarella e Faustino Petrillo

L'impatto del nuovo reato di autoriciclaggio sul Modello organizzativo 231

1-2015

165

Giuseppe Amato

Il Modello di organizzazione nel sistema di esonero dalla responsabilità: le ragioni di una scelta prudenziale

2-2015

166

Mario Ippolito

Il Modello organizzativo ex d.lgs. 231/2001 ed il settore televisivo: peculiarità della mappatura delle attività sensibili e dei protocolli di controllo

3-2015

167

Patrizia Ghini

Codice etico, protocollo dei protocolli

3-2015

168

Gianluca Rizzardi

I requisiti del Modello organizzativo in materia di sicurezza del lavoro alla luce dell'art. 30 del Testo Unico Sicurezza. L'infelice commistione fra obblighi giuridici e norme tecniche di riferimento

4-2015

169

Luca Cordovana

Ecoreati & industria – strumenti concettuali per misurare l'idoneità e l'efficace attuazione del Modello 231 ambientale

4-2015

170

Stefano Cavallini

Il giudizio di idoneità dei Modelli organizzativi: barlumi di colpa nell'eterno meriggio della responsabilità in re ipsa dell'ente?

4-2015

171

Franco Ruggeri

L'autoriciclaggio nei Modelli di organizzazione, gestione e controllo: tra gli auspici di Confindustria e l'interpretazione estensiva della giurisprudenza

1-2016

172

Giulia Checcacci, Fausto Giunta e Caterina Paonessa

Il calco per il Modello. Appunti metodologici sulla mappatura del rischio

1-2016

173

Chiara Lozupone

Il Modello organizzativo 231 nelle strutture sanitarie convenzionate

2-2016

174

Emanuela Bertolli e Stefania Farnetani

Autoriciclaggio e aggiornamento dei Modelli organizzativi: spunti di riflessione in attesa dell'orientamento della giurisprudenza

2-2016

175

Chiara De Francisci

A proposito di idoneità dei Modelli organizzativi: un caso di valutazione di adeguatezza del G.U.P. di Ancona

3-2016

176

Claudia Pambianco

Il nuovo regolamento privacy e punti di integrazione con il Modello 231

3-2016

177

Marina Zalin

Eco-reati e Modelli organizzativi 231, alla luce delle Linee guida Fise-Assoambiente

3-2016

178

Mario Ippolito

Il Modello organizzativo ex d.lgs. 231/2001 "integrato" dalle misure anti-corruzione nelle società partecipate non in controllo pubblico

3-2016

179

Chiara Lozupone

Modelli 231 e obblighi di pubblicità dei trasferimenti di valore nel Codice deontologico di Farmindustria

4-2016

180

Enzo Colarossi e Jacopo Cortinovis

I modelli organizzativi in Spagna

4-2016

181

Lucio Gioacchino Insinga

L'esperienza di Euroinformatica Srl dal Modello 231 ad un sistema di gestione dei rischi aziendali (SI.GE.R.A.)

4-2016

182

Luigi Pecorario

Il modello 231 trova ulteriore ed autonoma ragion d'essere nel nuovo codice degli appalti: da elemento "accidentale" e di punteggio nel rating di legalità a elemento "costitutivo" e reputazionale ai fini dell'attribuzione del rating di impresa

4-2016

183

Maria Francesca Artusi e Paolo Vernero

Modelli organizzativi: oltre la prevenzione, l'affronto dell'emergenza-reato

4-2016

184

Niccolò Landi

Le vicende modificative dell'ente e la due diligence sui Modelli di organizzazione e gestione ex d.lgs. 231/2001

4-2016

185

Carlo Manacorda

Modello di organizzazione e di gestione ex decreto 231 e adempimenti anticorruzione e sulla trasparenza: una convivenza problematica

1-2017

186

Fabio Ledda

Modelli 231 e funzione compliance. Punti di contatto e differenze

1-2017

187

Michele Bianco e Mario Maspero

Responsabilità penale delle imprese: finalmente una motivazione sulla validità del Modello

1-2017

188

Michele Bonsegna e Laura Avantaggiato

Il Modello organizzativo 231 nelle strutture sanitarie

1-2017

189

Ciro Santoriello

Modelli organizzativi, valutazione di idoneità e deleghe di funzione: attenzione alle risposte frettolose

2-2017

190

Franco Ruggeri

L'aggiornamento del Modello 231 al nuovo delitto di caporalato

2-2017

191

Maurizio Bortolotto e Valentina Corino

La valutazione del Modello organizzativo: perizia e consulenza sul modello nel processo penale?

2-2017

192

Michele Pansarella e Claudia Pambianco

UNI ISO 37001:2016 – l'integrazione con i Modelli organizzativi ex d.lgs. 231/2001 e con i piani anticorruzione ex lege 190/2012

2-2017

193

Vittore D'Acquarone

Ulteriori riflessioni sui Modelli organizzativi alla luce della relazione ANAC

2-2017

194

Fabio Ledda

L'inserimento del Modello di organizzazione ex d.lgs. 231/2001 nel sistema organizzativo preesistente

3-2017

195

Faustino Petrillo

La riforma del reato di corruzione tra privati: quali impatti sul Modello 231?

3-2017

196

Rita Duzioni

Il Modello 231 ex art 30, d.lgs. 81/2008 ed ex d.m. 13 febbraio 2014: ipotesi pratiche e concrete per costruire la Parte Speciale o il Modello preventivo dei reati di cui all'art 25 septies - infortuni nei luoghi di lavoro - nelle PMI

3-2017

197

Sandro Bartolomucci

Il gruppo bancario e l'azione di crime prevention ex d.lgs. 231/2001: peculiarità e criticità del Modello e rischio di migrazione della responsabilità per illecito

3-2017

198

Virginio Sarto

Indicazioni, suggerimenti e riflessioni sulle verifiche previste dal d.lgs. 231/2001, effettuate dall'OdV, sull'applicazione del Modello organizzativo

3-2017

199

Angelo Jannone

D.lgs. 254/2016 no financial reporting. Riflessi sul Modello organizzativo

4-2017

200

Jacopo Cortinovis, Enzo Colarossi e Fernando Escura

La certificazione dei Modelli organizzativi in Spagna: la UNE 19601:2017

4-2017

8 altri prodotti della stessa categoria:

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno comprato anche: